Francesco De Lorenzo docet (…e non all’università)

 
Ai tempi di Mani Pulite Francesco De Lorenzo (ex ministro della Sanità), da qualcuno ribattezzato Sua Sanità, aveva 97 capi d’imputazione per reati che andavano dall’associazione per delinquere alla corruzione, dal finanziamento illecito dei partiti alla frode fiscale; e l’accusa di circa 8 miliardi di tangenti intascati per concedere l’aumento del prezzo dei medicinali.
L’ ex ministro è stato condannato a 5 anni, 4 mesi e 10 giorni di reclusione per associazione per delinquere e corruzione. Per circa 9 miliardi di tangenti che, secondo la Procura, gli industriali farmaceutici versarono fra l’ 89 e il ’92 per ottenere vantaggi nella revisione dei prezzi dei loro prodotti.
Oggi Francesco De Lorenzo è professore ordinario di Biochimica all’Univerità di Napoli ed "insegna la deontologia medica" ai giovani futuri dottori.
 
 
Medici "curavano" 51.000 morti
Maxitruffa alla sanità siciliana
 
Maxitruffa in Sicilia: i medici continuavano a percepire l’indennità mensile per oltre 51.000 pazienti morti da anni (51.287 per l’esattezza). Quasi un quarto dei pazienti deceduti, 12.711 erano palermitani, scomparsi dal 1990 ad oggi. Secondo la Guardia di Finanza, il danno allo Stato è pari a 14 milioni di euro.
 
 
 
Sanità, truffa da 14 milioni di euro: curavano 51mila pazienti morti
 
 I pazienti erano deceduti a volte da anni, ma i medici di famiglia continuavano a percepire le indennità mensili erogate dalle Ausl. Accadeva in Sicilia, dove i pazienti passati a miglior vita erano 51mila per un danno alle casse erariali di circa 14 milioni di euro.
 
 
 
Curavano 51mila persone morte
Maxi-truffa nella sanità in Sicilia
 
Le persone già decedute risultavano ancora assistite dai medici di famiglia, che percepivano l’indennità mensile.
 
 
 
Sicilia, truffa alla Sanità: in cura c’erano
51mila defunti
 
Scoperti 51.287 casi di persone decedute per le quali i medici di famiglia continuavano a incassare le indennità mensili. Danno allo Stato di circa 14 milioni di euro
 
 
 
Migliaia di defunti «in cura» dal medico Mega truffa al sistema sanitario in Sicilia
 
Scoperti 51.287 casi di persone decedute per le quali i medici di famiglia continuavano a incassare le indennità mensili.
 
Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...