Riappropriazione degli spazi di palazzo Corigliano de L’Orientale occupata

 
PREMESSA: LA SOLUZIONE al problema dell’Orientale occupata RIGUARDA SOLO ed esclusivamente il Rettore (LA RETTRICE in questo caso). Quest’ultima infatti sta agendo affinchè "il problema" diventi questione personale tra gruppi di studenti.
Sarebbe opportuno evitarlo ed indicare alla Rettrice le 3 soluzioni possibili:

a) sgombro dei palazzi occupati, quindi fine della protesta, e ripristino delle normali attività tutelate dallo statuto e dalla Costituzione (se si scegliesse per questa soluzione si vanificherebbero gli sforzi di chi ha occupato e di chi si è visto sottrarre un mese di studio e di corsi);

b) indifferenza tacita verso la protesta e prosieguo nelle violazioni statutarie e Costituzionali a svantaggio di quegli studenti che, aderendo alla protesta, vedono però negarsi il diritto allo studio (se si scegliesse per questa soluzione si continuerebbe ovviamente a violare il diritto allo studio, già violato nell’ultimo mese);

c) ripristino delle normali attività dei palazzi occupati a tutela del diritto allo studio nell’ambito, però, dell’occupazione dei palazzi Giusso e Corigliano (questa scelta invece, molto coraggiosa, è l’unica che possa conciliare il prosieguo della protesta con il rispetto del diritto allo studio).

NON FACCIAMOCI USARE DA CHI VUOLE FARE FACILE STRUMENTALISMO (leggasi anche giornali anti protesta).

Salve a tutti,

il gruppo nasce con l’intento di promuovere azioni contro la situazione che si è venuta a creare a palazzo Corigliano e a palazzo Giusso (che in seguito chiameremo palazzi occupati) de L’Università degli studi di Napoli L’Orientale (che in seguito chiameremo solo Orientale).
Riepilogando: L’Orientale è ormai occupata, nello specifico dei palazzi Giusso e Corigliano, da quasi un mese:
• Durante questo periodo si vive uno stato di attesa per “cambiamenti”,di ignota natura, che puntualmente non ci sono.
• Durante questo periodo numerosi soci azionisti de L’Orientale (leggasi studenti) e nella fattispecie studenti che devono laurearsi (leggasi anche “che dovevano laurearsi e fare gli ultimi esami in questo periodo”) non hanno potuto prenotare esami ed accedere alle biblioteche di palazzo Corigliano.
Per questo secondo motivo si stanno palesemente violando articoli Costituzionali e statutari:
• “Nell’ambito delle proprie competenze, l’Ateneo bandisce qualsiasi forma di discriminazione e si impegna a prevenirne il manifestarsi.” (art.2 comma 7) [E’ discriminatorio permettere che a palazzo del Mediterraneo e alla sede di via Duomo si possa seguire, usufruire della struttura in tutto ciò che offre e si possa studiare, DIRITTO NEGATO nei palazzi occupati]
• “L’Orientale provvede a tutti i livelli di formazione universitaria previsti dagli ordinamenti vigenti.” (art.4 comma 1) [per adesso L’università e chi la rappresenta sta facendo nulla per provvedere ai livelli di formazione di coloro che seguono e studiano ai suddetti palazzi occupati]
• “Le strutture didattiche promuovono le condizioni di massima efficacia dell’insegnamento.” (art.4 comma 4)
• “In conformità con gli artt. 2, 3, 33 e 34 della Costituzione e con le leggi vigenti in materia di diritto allo studio, l’Ateneo predispone le strutture idonee affinché gli studenti abbiano accesso ad un sapere critico di base, ad una preparazione scientifica e culturale qualificata e ad una specializzazione adeguata agli sbocchi professionali.” (art.6 comma 1)
• “L’Orientale valorizza l’esercizio della libertà di manifestazione del pensiero, del diritto di associazione e di riunione degli studenti.” (art6 comma 2) [per quanto riguarda questo comma L’Università e chi la rappresenta lo sta rispettando appieno a discapito di quanti, pur convenendo sui motivi della “manifestazione del pensiero”, vorrebbe altresì che fossero rispettati anche altri diritti statutari]

I motivi suddetti violano in modo palese il compito del Rettore:
• “vigila su tutte le strutture ed i servizi di Ateneo impartendo opportune direttive per il buon andamento delle attività e per la corretta applicazione delle norme dell’ordinamento didattico, dello Statuto e dei regolamenti; garantisce l’autonomia didattica e di ricerca dei professori e ricercatori e il diritto allo studio degli studenti;” (art.19 comma 2 let. c)
Inoltre nel caso in cui il Rettore stesse adempiendo a “il Rettore, su sua richiesta, ha diritto ad una limitazione dell’attività didattica(art.19 comma 4)”, dovrebbe comunicare il motivo della sospensione ai soli due palazzi occupati e inoltre giustificare perché nei due palazzi occupati gli impiegati alla sicurezza e all’uso delle biblioteche stanno lavorando, ma questi ultimi “lavorano” presenziando solo nelle biblioteche e mantenendo l’accesso a queste limitato (stanno chiusi dentro fino alla fine del turno e non lasciano entrare gli studenti che vogliono usufruire del servizio della biblioteca).

Come detto all’inizio, questo spazio su web non ha altro scopo che risolvere i problemi citati. Per tanto invito tutti a informare persone interessate (o anche per diffondere notizia) per la promozione di iniziative contro questo status delle cose.
Per chi fosse interessato a risolvere eventuali controversie con L’Università legate al pagamento delle tasse senza poter poi usufruire dei servizi, contatti e provvederemo a rispondere a questo problema.

 
il Patojo
 
 
Annunci

Un commento

  1. azz teso, ma l hai presa proprio a cuore!!l\’ hai scritto pure qui! ^^, vabbe io lo leggo con un po\’ più di romanticismo, grociolandomi nel pensiero che l hai fatto un pochino pure per me… ^__^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...