Starita, fa’ qualcosa di sinistra!

 
L’insistenza con cui Tommaso Solimeno si propone come candidato dell’amministrazione comunale alla Provincia, oltre che del Pd, impone alcune riflessioni.
Se la giunta avesse voluto indire un referendum sul suo operato, avrebbe dovuto puntare sul sindaco Giosuè Starita. Sbandierare il vicesindaco può apparire come la sua consacrazione a primo cittadino. Molti infatti ritengono Tom e l’assessore Ciro Alfieri gli uomini forti del governo locale. Inoltre la giunta in tal modo lega la sua sopravvivenza alle sorti di una sola persona: se Tom è bocciato, è bocciata la giunta. La sua ambizione vale il futuro dell’intera città!
Ed allora condanno l’attuale amministrazione per questo ricatto, che si aggiunge alla confusione dei ruoli: mi è sembrato che un quadrunvirato abbia effettivamente comandato, riservando una funzione “analgesica” al sindaco, che però ho sempre sostenuto, fidando sulle sue capacità di far prevalere alla lunga l’interesse di Torre su quelli del clientelismo. Nel quadrunvirato collocherei: Solimeno, che abita in un edificio in parte abusivo e potrebbe essere causa del blocco degli abbattimenti; Ciro Alfieri, con gravi precedenti giudiziari e motivo di defezione, fra gli altri, dell’assessore Mario Iovane per le sue ingerenze nel varo della mensa scolastica, purtroppo da allora bloccata; Domenico Impicca, citato dalla Commissione antimafia per i suoi comportamenti criminali; Francesco Donadio, coinvolto nella tangentopoli oplontina ed escluso per anni dalle liste del suo partito. Confermo il rispetto nei loro confronti, ma aggiungo che chi decide di fare politica deve chiarire ogni ombra che incida sulla sua credibilità.
Nel contesto sono “capitati” diversi episodi: il mistero delle dimissioni del consigliere Polimeno; le minacce a Pierpaolo Telese; lo scoppio di un grosso petardo davanti al negozio di Rosario Piscitiello, fra i fondatori del Comitato cittadini torresi; il ritiro dal Pd di numerosi aderenti per l’arroganza e l’aggressività nelle riunioni; l’indifferenza verso il coraggioso documento della Sinistra giovanile, guidata da Raffaele Perrotta, di denuncia di infiltrazioni camorristiche; la fuoriuscita di Luigi Cirillo dal partito di Alfieri fra violente discussioni; le primarie sporcate dalla delinquenza; il varo di un gruppo consiliare autonomo da parte di eletti nel Ds-Pd; il commissariamento del Pd, affidato allo stimato Aldo Cennano; il suo provvedimento contro Impicca; il ritiro dalla giunta di Rc e Idv; le dimissioni di quasi tutti gli assessori originari, ad eccezione di Alfieri e Solimeno; la candidatura di quest’ultimo; le dimissioni di Cennamo; la recente intimidazione al giornalista Gianluca De Martino… Non affermo che tutto sia dipeso dal quadrunvirato, ora forse ridotto ad un binomio, ma…
Nutro qualche diffidenza anche sulla libera espressione del voto. Una fetta consistente di politici basa il suo consenso sul clientelismo: andrebbe verificato che non sia sfociato e non sfoci in comportamenti delittuosi.
Dubbi, non certezze, che però sono corroborati dalla nomina ad assessore di un apprezzato poliziotto, Giuseppe Auricchio, e la delega su appalti ed altro a livello prefettizio. È come se Starita non volesse far approvare le delibere più importanti dagli organi comunali. Ma in tal modo il comune è di fatto commissariato!  
Mi verrebbe da dire: Starita, fa’ qualcosa di sinistra!
Azzera la giunta e convoca le migliori energie! Ce ne sono! Qualcuno è già assessore! Ti stai impegnando con serietà, professionalità, caparbietà, ma, con questa squadra, di rilevante hai concretizzato poco e quasi da solo. Cogli il momento storico della tangibile presenza dello Stato! Te lo dico per la stima e l’affetto che provo per te! 
Onde evitare equivoci, preciso in maniera inequivocabile che non ho alcun interesse personale, né aspiro ad incarichi istituzionali, ma sono motivato esclusivamente dall’amore per Torre e dalla volontà di non essere un vile ed omertoso spettatore dell’assassinio della mia città.
 
 
Michele Del Gaudio
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...